Come camminare quando si utilizza un deambulatore?

Come Camminare Deambulatore
INDICE

Non è sempre facile convincere un proprio caro ad utilizzare il deambulatore, specialmente durante la fase dell’invecchiamento. Le persone anziane sono portate a considerare questo ausilio come un oggetto ingombrante, un simbolo che segna il passaggio inesorabile alla terza età.

Moltissimi pazienti associano il deambulatore alla privazione di autonomia e indipendenza. Al contrario, si tratta di una tecnologia pensata e creata per tutelare la libertà delle persone fragili, anche in assenza di un caregiver o familiare.

Convincere chi amiamo a mettere da parte i pregiudizi verso l’uso del deambulatore è un’impresa ardua, ma non impossibile!

Nelle prossime righe scopriremo il funzionamento del deambulatore e i suoi benefici, anche per spiegare l’importanza di questo prodotto a un parente scettico.

Cos’è un deambulatore

Il deambulatore è un sostegno pensato e realizzato per i soggetti che non possono camminare autonomamente. Di solito necessitano di questo ausilio le persone anziane, ma non è raro trovare anche pazienti giovani che si servono di un deambulatore, magari in seguito di un’operazione chirurgica delicata.

In sostanza, il deambulatore è destinato a tutti coloro che non possono muoversi liberamente e hanno pertanto bisogno di un supporto stabile.

Cominciamo dicendo che in commercio esistono diversi tipi di deambulatori, ognuno con le proprie caratteristiche e funzionalità.

Il deambulatore per anziani, ad esempio, è composto da una struttura resistente in alluminio, che consente alla persona cara di muoversi liberamente in casa e compiere dei tragitti all’esterno. Questo tipo di deambulatore è spesso dotato di un cestino dove si possono comodamente appoggiare le buste della spesa o dei piccoli acquisti. Non solo! I deambulatori per anziani sono composti da una seduta morbida e si può utilizzare anche su un tipo di terreno diverso dall’asfalto (breccino, terra, prato ecc.)

Un’altra categoria di deambulatori è costituita dai deambulatori ascellari, formati da una struttura in acciaio con 4 ruote dei supporti imbottiti al di sotto del braccio. Di solito i deambulatori ascellari vengono utilizzati nel periodo post operatorio o in seguito a traumi, incidenti e fratture. Anche in questo caso si può scegliere se inserire un sedile foderato per permettere alla persona di riposarsi. Se invece la persona assistita ha necessità di fermarsi e prendere una pausa dalla passeggiata, il deambulatore con seduta incorporata offre relax e sicurezza in un’unica soluzione.

Fatta questa breve panoramica sulle tipologie di deambulatori, è utile capire come usare il deambulatore e quali consigli possiamo fornire alla persona assistita.

Vediamo insieme qualche consiglio per sfruttare al meglio questo supporto.

Qual è la differenza tra deambulatore da interni e deambulatore da esterni

Come abbiamo visto il deambulatore è un prezioso aiuto, spesso necessario per vivere la propria quotidianità in modo sicuro e più agevole.

L’ausilio per camminare va scelto in base alle esigenze individuali, per questo è sempre utile farsi consigliare il modello più adatto da una persona specializzata che lavora come fisioterapista. Va bene anche recarsi all’interno di un negozio di articoli sanitari e ortopedici, purché ci si confronti con un professionista del settore.

Prima di capire come usa il deambulatore per camminare, è utile fare una premessa. Di solito questi supporti si dividono in due categorie:

  • Deambulatore per interni
  • Deambulatore per esterni

Entrambi vengono impiegati per supportare la deambulazione della persona e spesso dispongono di:

  • Una seduta con schienale
  • Un cestino per la spesa
  • Due freni a mano

I deambulatori per esterni sono muniti di due ruote robuste che permettono di usarli su terreni non piani, in giardino e sulle vie non asfaltate.

Al contrario, i deambulatori per interni si prestano solo per l’uso negli spazi abitativi. Questi dispongono infatti di un comodo piano d’appoggio per trasportare piatti, bicchieri e altri oggetti.

Come si usa un deambulatore per camminare

La prima cosa da fare quando si inizia a camminare con un deambulatore è assumere un posizione più eretta, rilassare le spalle e tenere le braccia distese.

Le impugnature del deambulatore devono trovarsi all’altezza dei polsi, in quanto è fondamentale che il supporto non venga spinto come un carello per la spesa, ma cammini insieme alla persona. In questo senso, è utile consigliare al proprio caro di effettuare degli esercizi semplici per allenare l’equilibrio e la forza.

Oltre all’attività fisica mirata al perfetto utilizzo del deambulatore, gli esperti consigliano di acquistare delle scarpe con suole sottili, antiscivolo e dure che offrono una maggiore sicurezza quando si cammina. Optare per delle calzature con delle chiusure a velcro, ad esempio, rappresenta una buona scelta per facilitare la persona cara a vestirsi e soprattutto ad avere una buona stabilità.

Il deambulatore è un aiuto prezioso, per questo al momento dell’acquisto non bisogna basarsi solo sul prezzo, ma anche dalle funzioni di un determinato modello. È meglio investire un buon budget in questa tecnologia, che scegliere una soluzione a basso costo e di dubbia qualità.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Ti potrebbe interessare anche...

Menu principale