I cuscini antidecubito per poltrona

Unnamed
Indice

La lesione da decubito (LDD) è una danno al tessuto cutaneo, sottocutaneo e muscolare determinato dalla compressone di una determinata porzione di corpo, con conseguenti problemi circolatori. Prevenire questo tipo di lesioni può essere di grande aiuto: un esempio sono i cuscini antidecubito. Le lesioni da decubito riguardano principalmente i soggetti con una mobilità limitata, oppure chi per un lungo periodo di tempo vive allettato.

Stare per moltissimi mesi fermi a letto provoca infatti: alterazione della circolazione locale del sangue, limitata ossigenazione dei tessuti e infine ulcere. Le aree a rischio sono diverse, dipende dal caso o dal paziente interessato. Le lesioni da decubito colpiscono osso sacro, bacino e talvolta anche parte bassa della schiena, arti inferiori, talloni e piedi.

Prevenire è meglio che curare

 

Gli stadi della piaga da decubito sono diversi. Il primo stadio riguarda l’arrossamento parziale di una zona compressa. Il secondo stadio consiste nella perdita dello spessore parziale della pelle (una sorta di bolla, abrasione o una lacerazione poco profonda), il terzo stadio comporta la perdita di spessore totale della pelle; la quarta e ultima fase si manifesta con la distruzione del muscolo, dell’osso o dei tendini. Per evitare la lesione da decubito è importante utilizzare dei buoni cuscini antidecubito, con precise caratteristiche. Questi presidi devono essere confortevoli, garantire stabilità posturale e tenere presente delle condizioni del soggetto in termini di peso, mobilità, incontinenza e postura viziata.

Pazienti sovrappeso

 

Per questa tipologia di soggetti sono particolarmente indicati i materiali ad alta intensità, come i cuscini antidecubito in gel  Questa tipologia di presidio permette al paziente una buona stabilità, riuscendo a sostenere la massa corporea.

Pazienti con capacità motorie ridotte

 

Nei casi di invalidità e ridotte capacità motorie i cuscini antidecubito a bolle d’aria possono essere i giusti alleati. Con questa tipologia di presidio la pressione fra la cute e la carrozzina non supera il valore della pressione di chiusura dei capillari: la causa della lesione da decubito.

Pazienti che soffrono di incontinenza

 

In questi casi, per garantire la massima sicurezza e comfort al paziente, si può ricorrere ai cuscini antidecubito impermeabili , composti da una copertura impermeabile, traspirante e antiscivolo.

Casi di postura viziata

 

Quando il paziente tende a mantenere abitudini posturali, si può ricorrere a cuscini personalizzabili o automodellanti, in modo da adattarsi ai cambiamenti di postura del soggetto interessato.

 Cuscini antidecubito e temperatura corporea

 

Questi presidi sono particolarmente indicati per disperdere il calore corporeo.

Generalmente i supporti antidecubito in gommapiuma si scaldano molto più velocemente rispetto ai cuscini antidecubito in gel che restano freschi.

Cuscini antidecubito ad aria e ad acqua

 

I cuscini antidecubito ad aria sono adatti a persone che necessitano di un ausilio molto leggero  e possono essere gonfiati tramite un apposito kit rilasciato insieme al presidio.

I cuscini antidecubito ad acqua sono invece indicati per persone che richiedono un ausilio facilmente lavabile e predisposte a piaghe da decubito sensibili al caldo.

Cuscini antidecubito con supporto in gel

 

I cuscini antidecubito con supporto in gel sono adatti a persone che necessitano di una postura stabile e sovrappeso. Sono dotati di  necessitano di un ausilio molto leggero  e possono essere gonfiati tramite un apposito kit rilasciato insieme al presidio. I cuscini ad acqua sono invece indicati per persone che richiedono un ausilio facilmente lavabile e predisposte a piaghe da decubito sensibili al caldo.

 

La manutenzione dei cuscini generalmente non richiede abilità particolari e, nella maggior parte dei casi, si risolve con la pulizia della fodera del cuscino o del materasso antidecubito.

È importante ricordare che, per quanto un cuscino abbia elevate capacità o potenzialità antidecubito, da solo non basta a prevenire le lesioni da decubito.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbe interessare anche...

Main Menu