Torcicollo congenito pediatrico: che cos’è e come trattarlo

INDICE

Il torcicollo muscolare congenito, chiamato anche collo contorto o torcicollo, è una condizione in cui un bambino tiene la testa inclinata da un lato e ha difficoltà a girare la testa sul lato opposto.

Nel torcicollo congenito, il muscolo che si estende lungo il lato del collo, il muscolo sternocleidomastoideo, è teso e accorciato. Per la maggior parte dei bambini, esercizi di stretching e semplici cambiamenti di posizione allungheranno gradualmente il muscolo e correggeranno il problema. Approfondiamo le cause e i sintomi del torcicollo congenito.

Torcicollo congenito cause e descrizione

Il torcicollo muscolare congenito è presente alla nascita o si sviluppa subito dopo. Di solito si scopre nelle prime 6-8 settimane di vita, quando un neonato inizia ad acquisire un maggiore controllo sulla testa e sul collo.

Alcuni bambini con torcicollo congenito hanno anche displasia dello sviluppo dell’anca, una condizione in cui la testa del femore non è tenuta saldamente nell’orbita dell’anca.

Il torcicollo può svilupparsi anche più tardi nell’infanzia e persino negli adulti. Questo tipo di torcicollo è indicato come torcicollo “acquisito” e può essere associato a una varietà di condizioni che richiedono un trattamento specializzato.

La causa del torcicollo muscolare congenito è sconosciuta, tuttavia, può essere correlata a un posizionamento anormale (posizione podalica, ad esempio) o all'”affollamento” del bambino mentre si trova nell’utero magari in un parto gemellare. Ciò si traduce in una lesione al muscolo del collo che cicatrizza mentre guarisce. Il torcicollo congenito è visibile già in ecografia secondo alcuni studi.

Avere uno spazio più ristretto nell’utero è più comune per i primogeniti, che hanno maggiori probabilità di avere il torcicollo, così come la displasia dell’anca, per tale motivo la maggior parte degli ospedali europei compie questi controlli obbligatori nei primi mesi di vita del nascituro. Tuttavia non esiste una prevenzione nota del torcicollo muscolare congenito.

Torcicollo congenito: i sintomi

  • La testa si inclina da un lato e il mento punta verso la spalla opposta. Nel 75% dei bambini con torcicollo, il muscolo sul lato destro del collo è quello più interessato.
  • La gamma limitata di movimento del collo rende difficile per il bambino girare la testa di lato e su e giù.
  • Durante le prime settimane del bambino, si può avvertire un nodulo morbido nel muscolo del collo. Questo nodulo non è doloroso e scompare gradualmente prima che il bambino raggiunga i 6 mesi di età.
  • Un lato del viso e della testa possono appiattirsi perché il bambino dorme sempre sullo stesso lato.

Avere il torcicollo sempre: la visita medica

Se noti che tuo figlio tiene la testa inclinata di lato, consulta il tuo pediatra. Valuterà innanzitutto la salute generale di tuo figlio e farà domande specifiche sui sintomi del torcicollo.

Il medico eseguirà un esame fisico completo e verificherà la presenza di altre condizioni che possono causare sintomi di torcicollo. I test di imaging, come i raggi X e le ecografie, possono essere eseguiti sul collo e/o sui fianchi del bambino per andare a fondo.

Il Trattamento del torcicollo congenito pediatrico

Trattamento non chirurgico

Il trattamento standard per il torcicollo muscolare congenito consiste in un programma di esercizi per allungare il muscolo sternocleidomastoideo.

Gli esercizi di stretching includono girare il collo del bambino da un lato all’altro in modo che il mento tocchi ciascuna spalla e inclinare delicatamente la testa per portare l’orecchio dal lato non interessato fino alla spalla.

Questi esercizi devono essere eseguiti più volte al giorno. Il tuo medico o un fisioterapista ti insegnerà come eseguire gli esercizi.

Ci sono altre cose che puoi fare a casa per aiutare il tuo bimbo:

  • Metti i giocattoli dove il tuo bambino deve girare la testa per vederli.
  • Posiziona la culla e il fasciatoio in modo che il tuo bambino debba distogliere lo sguardo dal lato limitato per vederti.
  • Appoggia il bambino a pancia in giù per brevi periodi quando è sveglio per rafforzargli i muscoli del collo

Trattamento chirurgico

Se le opzioni non chirurgiche non correggono il torcicollo, il medico può suggerire un intervento chirurgico.

Circa il 10% dei bambini con torcicollo muscolare congenito richiede un intervento chirurgico. L’operazione è in genere programmata una volta che il bambino raggiunge l’età prescolare. La procedura allungherà il muscolo sternocleidomastoideo corto e potrebbe essere eseguita in regime ambulatoriale, il che significa che tuo figlio potrebbe tornare a casa lo stesso giorno.

Cerchi un tutore per il torcicollo? Vieni sul nostro E-commerce di prodotti ortopedici online.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Ti potrebbe interessare anche...

Menu principale