Tutore per pollice della mano: guida alla scelta

Roten Polsiera Polfit
INDICE

Talvolta utilizzare un tutore al pollice consente per alcuni giorni di aiutarsi ad attutire fastidi come la tendinite mentre si attende un’adeguata diagnosi per risolvere il problema.

Il tutore per il pollice, è oggi agevolmente reperibile in farmacie o sanitarie, e sul nostro e-commerce di tutori ortopedici online, svolge la funzione di tenere il pollice sempre a riposo e protetto, aiutando così ad affievolire il dolore in attesa di comprendere, la causa della sofferenza al pollice. 

Scopriamo insieme le cause del dolore al pollice, e chiariamo con una breve guida alla scelta le tipologie di tutore della mano adatte.

Tutore per pollice destro e tutore pollice sinistro: a cosa servono

A seguito di numerosi lavori usuranti, attività manuali svolte in modo ripetitivo, l’uso della tastiera e del mouse, eccessivi sforzi o sport eseguiti male si determinano dei dolori infiammatori difficili da far andare via. Questo anche perché le mani sono utilizzate ogni giorno per qualsiasi attività ed è difficile senza un tutore metterle “a riposo”.

Tra le diverse patologie connesse al dolore al pollice ricordiamo: la tendinite De Quervain (pollice a scatto) o danni all’articolazione carpale presente alla base del pollice quali come nel Rizartrosi o Artrosi.

Si tratta di problematiche che possono manifestarsi anche in età precoce e quindi, se il dolore persiste e il tutore al pollice non ha dato grande giovamento al riposo, è consigliabile sempre una visita specialistica per comprenderne la causa e come trattarla.

Vi ricordiamo che una diagnosi precoce di Rizartrosi o Artrosi coadiuvata a una fisioterapia strumentale ad hoc può attutire se non risolvere il problema, e solo nei casi più complessi e cronicizzati potrebbe essere necessario un trattamento chirurgico risolutivo.

A cosa serve il tutore al pollice?

Il tutore al pollice è un ottimo alleato per la prevenzione di tendiniti e artrosi. Vi sono delle piccole attenzioni da rispettare per evitare tendiniti e artrosi precoci alle mani, scopriamole insieme:

  • Non immergere le mani nell’acqua fredda per le faccende domestiche o quando si lavano
  • Usare sempre guanti di gomma per lavare i piatti e pulire
  • Se si applicano gesti ripetitivi in fabbrica, sartoria, officina o al pc che prevedono sempre l’uso di alcune dita, prevedere sempre un riposo per le mani di 5 minuti ogni ora e un po’ di ginnastica.
  • Tenere le mani al caldo all’esterno se le temperature si abbassano indossando sempre i guanti in inverno
  • Svolgere regolari esercizi per attivare la circolazione

Tre tipologie di tutori al pollice: guida e suggerimenti di scelta

  • Tutore rigido per polso e pollice – PLE 201: si tratta di un tutore ortopedico rigido per polso e polliceche spicca per la sua struttura in alluminio ricoperta da una doppia imbottitura elettrosaldata con un materiale anallergico certificato OEKOTEX®, possiede le alette regolabili per stabilizzare la porzione distale del radio e fissaggio del pollice. La chiusura è comoda, con cinturini regolabili velcrati.
  • Finger Cup è il tutore in versione morbida della Scaphomed, si distingue da altri tutori ortopedici per la manoper via del suo sostegno dell’articolazione trapezio-metacarpale. Indicato per le rizoartrosi e tendiniti del pollice ma anche per le distorsioni metacarpo-falangee.
  • Immobilizzatore steccato primo dito – DT3 01 è un prodotto che spicca rispetto ad altri tutori per le mani e pollici perchégarantisce un’ottima traspirazione, massimo comfort e sostegno. È un tutore del primo dito rinforzato con stecca di alluminio ed è dotato di chiusure con regolazione a velcro. Ideale per essere impiegato:
  • rizoartrosi lieve o moderata
    • traumi distorsivi del primo dito
    • esiti intervento di artroplastica ed emiartroplastica per rizoartrosi
    • esiti lesione di Stener (conservativo o post operatorio)
    • esiti fratture primo metacarpo, fratture di scafoide della mano

Se avvertite dolori articolari, gonfiore e rigidità non trascurate i sintomi dell’infiammazione e rivolgetevi al medico curante, un reumatologo o un ortopedico. Se volete sapere a cosa serve un tutore ortopedico per il pollice e se può fare al caso vostro richiedete una consulenza ai nostri specialisti.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Ti potrebbe interessare anche...

Menu principale