Cosa sono le calcificazioni meniscali?

INDICE

Le calcificazioni meniscali, proprio come indica il termine, sono dei depositi di sali di calcio che si formano sulla superficie dei tessuti connettivi tendinei.

Le calcificazioni meniscali avvengono principalmente a causa di un’infiammazione mai curata o cronica dei tendini.

Sintomi delle calcificazioni meniscali

Di solito si avverte dolore nella zona interessata e quando vengono effettuati dei movimenti.  La perdita di forza, il gonfiore e la limitazione dei movimenti sono altre fattispecie che indicano la comparsa della calcificazione.

In questi casi, il primo step da effettuare è rivolgersi a un medico ortopedico. Dopo una corretta visita medica, lo specialista prescrive degli esami diagnostici per identificare il problema e offrire al paziente una diagnosi.

Cura

I tutori ortopedici  sono gli strumenti giù utili per ridurre il dolore e hanno la funzione di contenere i movimenti, accompagnando il soggetto passo dopo passo. In particolare, i tutori per il ginocchio sono utilissimi nella pratica sportiva e possono essere regolati in modo da non pressare la circolazione sanguigna.

Un altro rimedio molto utile è lo stretching. Fare esercizi dinamici che permettano di distendere i tendini in modo sicuro può davvero fare la differenza e contrastare l’immobilità degli arti.

Svolgere esercizi motori di rinforzo durante la fase riabilitativa aiuta a riprendersi più velocemente e a ritrovare il tono muscolare.

La cura migliore, come sempre, è prevenire. Per questo è importante sollecitare i muscoli in modo naturale e non sovraccaricarli di pesi inutili. Un altro aspetto da non tralasciare è l’attenzione per alcuni dettagli mentre si pratica sport. Se ad esempio ci si ritrova a fare jogging su una superficie stradale molto rigida, è meglio interrompere la corsa e cercare un campo sportivo o un terreno intermedio. Anche per le scarpe vale lo stesso principio. Se durante la sessione di allenamento si avvertono dei dolori sulla pianta del piede, allora è meglio rivolgersi a un negozio specializzato e investire su un capo d’abbigliamento che può fare la differenza sulla propria salute.

Sebbene non esistano in commercio farmaci capaci di ridurre le calcificazioni al menisco, esistono alcuni antidolorifici e antinfiammatori che possono alleviare il dolore.

I nuovi rimedi per contrastare le calcificazioni meniscali

Oggi è molto in voga la tercarterapia (detta anche Tecar) una cura che permette di riprendersi velocemente dall’infiammazione e allevia il dolore istantaneamente.

La Tecar prevede un massaggio attraverso l’uso di un dispositivo che genera calore e accelera la riparazione dei tessuti. Spesso la calcificazione meniscale svanisce dopo qualche seduta a settimana di tecarterapia.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti potrebbe interessare anche...

Main Menu