Come funziona la pancera per il mal di schiena?

Indice

Il mal di schiena è un disturbo molto diffuso, soprattutto nella nostra epoca.

La vita sempre più sedentaria che non ci permette di muoverci abbastanza, la postura scorretta durante le attività quotidiane: sono tutti elementi che possono portare ad avere continue problematiche legate al tronco. Ecco perché è importante indossare, soprattutto quando si lavora seduti per ore da casa o in ufficio, dei tutori ortopedici

Tra i tutori per il tronco troviamo la pancera per mal di schiena e la fascia per il mal di schiena. Andiamo a vedere l’utilizzo e le particolarità di questi supporti. 

Pancera per il mal di schiena

La pancera per il mal di schiena, o fascia lombare, è uno strumento molto utile per chi soffre di mal di schiena e di dolori nella zona inferiore della schiena. 

Il mal di schiena interessa infatti i muscoli “erettori” della colonna, cioè i lombari, che si infiammano producendo una sensazione di fastidio. Di solito questi dolori vengono provocati da una postura scorretta, dalla sedentarietà e anche da infortuni sportivi o sollevamento errato di pesi. 

Il problema si può risolvere in diversi modi: massaggi, terapie apposite, oppure l’utilizzo di pancere per il mal di schiena. Queste ultime “obbligano” il paziente ad avere una postura corretta e fanno sì che le vertebre si assestino. 

In commercio esistono diverse tipologie di pancere per il mal di schiena, ognuna con una funzione e un obiettivo diversi. Prima di tutto, andiamo ad analizzare la fascia per mal di schiena. 

Fascia per il mal di schiena

La fascia per il mal di schiena, come abbiamo visto, è uno strumento molto utile per contrastare il mal di schiena e migliorare il proprio equilibrio. Stress, infortuni e posture scorrette possono essere causa di questo fastidio diffuso: ecco perché è bene scegliere una fascia legata ad ognuna di queste problematiche. 

Tra le fasce per il mal di schiena presenti in commercio, esistono anche dei supporti dotati di stecche interne per sostenere la colonna vertebrale: questo fa sì che le vertebre si trovino in una condizione ottimale e corretta. Inoltre questa tipologia di fascia lombare riesce ad alleviare il dolore a carico della zona lombare ed è consigliata anche a chi cerca uno strumento utile per salvaguardare la schiena dal sovraccarico. Tra i suoi vantaggi, il tessuto delicato e morbido non irrita assolutamente la pelle e dona una sensazione di relax. Inoltre si può lavare in lavatrice, anche a temperature elevate, in quanto altamente resistente ed elastico. 

La fascia, in sostanza, svolge una doppia azione: può migliorare la postura ed evitare il mal di schiena in un colpo solo!

Come alleviare il dolore? 

Il mal di schiena, come risaputo, è un disturbo altamente diffuso che colpisce qualsiasi fascia d’età. Questa patologia affligge persone di tutte le generazioni, anche se le percentuali più alte si trovano dai 50 anni in su. 

Il mal di schiena non deve comunque essere sottovalutato, perché si tratta di una problematica che potrebbe rivelarsi limitante nel corso del tempo e impattare significativamente sulla propria quotidianità. 

Lo stato di sofferenza dura all’incirca tre o quattro giorni, ma può prolungarsi se il paziente sceglie di trascurarsi o di non curare adeguatamente il problema. 

Tra i metodi più comuni per alleviare il dolore, c’è sicuramente l’attività fisica. Sport come yoga, pilates, ginnastica posturale possono davvero fare la differenza e migliorare considerevolmente la situazione medica del paziente. Chiaramente, una volta terminata la sessione di allenamento, bisognerà coprire adeguatamente le zone sudate onde evitare contratture dovute al repentino cambio di temperatura. 

Limitare gli sforzi il più possibile è un altro modo per evitare l’aggravarsi del mal di schiena. Vietato quindi sollevare oggetti pesanti che possono appesantire la colonna vertebrale. 

In caso di smartworking o anche lavoro in ufficio è quasi obbligatorio acquistare una sedia ergonomica: solo così la schiena sarà perfettamente eretta, senza il rischio di mal di schiena o cervicale.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute su questo sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

Condividi quest'articolo con qualcuno a cui potrebbe essere utile!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbe interessare anche...

Main Menu